TempoReale, 18 Maggio 2018, Ore 13:00

Al via il voto online degli iscritti M5s sul contratto di governo tra il Movimento e la Lega. Il voto, annunciato dal blog delle Stelle, si terrà fino alle 20 di oggi.
Oggi si è finalmente definito in tutte le sue parti il Contratto per il Governo del Cambiamento. Sono davvero felice. Sono stati 70 giorni molto intensi, sono accadute tantissime cose, ma alla fine siamo riusciti a realizzare quanto avevamo annunciato in campagna elettorale. Sono soddisfatto di quanto abbiamo fatto e ringrazio ognuno di voi per essermi stato vicino in questi mesi. E’ anche grazie a voi e alla vostra tenacia se oggi siamo qui e sarà grazie a voi se cambieremo l’Italia! Scrive di Maio.

Piatti e posate di plastica messi al bando, riduzione dei recipienti usa e getta per alimenti, produttori di imballaggi costretti a pagare il costo dello smaltimento, annunci sopra gli imballaggi sui pericoli dell’inquinamento da plastica, tappi dei contenitori di bevande che rimangono attaccati per non andare dispersi. Sono le misure principali previste nella direttiva sulla riduzione dell’inquinamento da plastica, che la Commissione europea presenterà a fine maggio. La bozza del provvedimento è stata diffusa dal sito di informazioni sulla Ue Euractiv. La direttiva prevede la messa fuori legge di alcuni prodotti in plastica: cotton fioc, piatti e posate usa e getta, cannucce, bastoncini per mescolare le bevande, bastoncini dei palloncini gonfiabili. Questi prodotti potranno essere sostituiti con altri di materiali diversi dalla plastica.

Un nuovo attentato è stato sventato in Francia con l’arresto di due fratelli egiziani: lo ha annunciato questa mattina alla tv BFM il ministro dell’Interno, Gerard Gollomb. I due, ha detto il ministro, erano in possesso delle istruzioni per la fabbricazione di veleno di ricino.

La polizia della Florida è intervenuta in un campo da golf di proprietà del presidente Donald Trump in seguito ad una segnalazione di “colpi di arma da fuoco”: una persona è stata arrestata. Il dipartimento di polizia di Doral ha reso noto che “non ci sono vittime” e che “non c’è un’ulteriore minaccia”.

Il rischio che il virus Ebola si diffonda ulteriormente in Repubblica Democratica del Congo (Drc) è passato da ‘alto’ a ‘molto alto’. Il cambiamento di status è contenuto nell’ultimo rapporto dell’Oms, secondo cui c’è anche un rischio ‘alto’ che si diffonda nella regione, mentre prima era ‘moderato’.