TempoReale, 03 Maggio 2018, ore 07:00

Sono 44 le persone dichiarate disperse dopo il crollo di un palazzo di 24 piani a San Paolo, in Brasile, in cui vivevano famiglie senza casa. Secondo il quotidiano Folha de Sao Paolo, nel marzo dello scorso anno 317 persone furono registrate dalle autorità come occupanti dell’edificio Wilton Paes de Almeida, e di 44 di queste non si hanno notizie. Tuttavia, viene sottolineato anche che nella struttura, collassata dopo un incendio, c’era molto ricambio di abitanti. Allo stesso modo, è possibile che altre persone senza casa si trovassero all’interno, ma che non fossero state registrate dalle autorità. Sinora è stata confermata la morte di un uomo come bilancio provvisorio

Primi effetti, a Torino, della legge Lorenzin sull’obbligatorietà dei vaccini. La dirigente scolastica delle scuole materne Keller e Kandinskij, nel quartiere Mirafiori, ha notificato alle famiglie di due bambini il divieto a presentarsi in classe fino a quando non saranno in regola con le vaccinazioni. “Lo impone la legge – spiega la preside, Elena Cappai – e sino a quando non riceverò i documenti che attestano l’avvenuta messa in regola, non potrò fare altrimenti”.

Non c’è stata solo Sofia, la bambina di 4 anni morta agli Spedali civili di Brescia dopo aver contratto la malaria in ospedale. Come lei altre cinque persone in Europa sono rimaste contagiate tra gennaio 2016 e aprile 2018 durante il ricovero: un tredicenne toscano, un neonato e un anziano in Spagna e due trentenni, uno in Germania e l’altro in Grecia. Lo segnala il Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc), secondo cui il rischio di ulteriori casi è comunque trascurabile.

“Chiamare il 118 è un terno al lotto”. L’allarme è del presidente nazionale del Sis 118 Mario Balzanelli che denuncia: “Negli ultimi 7-8 anni il sistema di soccorso salva-vita è stato smantellato”. A bordo delle ambulanze di rado ci sono medico e un infermiere in grado di intervenire con diagnosi e terapia immediata, spiega Balzanelli. La situazione e’ peggiore al Nord. “Al Sud – precisa – invece i mezzi di soccorso hanno il personale sanitario, ma troppo spesso arrivano in ritardo perchè le ambulanze sono poche”.

Venerdì 4 Maggio
Nord: Tempo instabile, qualche schiarita alternata a frequenti annuvolamenti con piogge rovesci, più diffusi dal pomeriggio-sera a nord del Po. Temperature stabili, massime tra 18 e 22.
Centro: Tempo ancora instabile con piogge e rovesci intermittenti, specie su adriatiche e zone interne, sporadici in Toscana. Temperature stabili, massime tra 17 e 20.
Sud: Aperture su Sicilia, Ionio e Puglia, ancora a tratti instabile altrove, specie sulla Campania con piogge e rovesci. Temperature stabili, massime tra 18 e 22.