TempoReale, 01 Maggio 2018, ore 13:00

Sale a 5 morti, tutti italiani, il bilancio della tragedia alpinistica avvenuta tra domenica e lunedì nella zona della Pigna d’Arolla, sulle Alpi svizzere. Lo fa sapere la Farnesina, secondo cui l’Ambasciata d’Italia a Berna, in stretto raccordo con il ministero, è in costante contatto con le autorità locali per prestare ogni possibile assistenza ai connazionali feriti e ai familiari delle cinque vittime dell’incidente. Nell’incidente alpinistico “tutti gli scialpinisti coinvolti sono stati recuperati e portati negli ospedali svizzeri”.

“Celebriamo san Giuseppe lavoratore ricordandoci sempre che il lavoro è un elemento fondamentale per la dignità della persona”. Lo dice Papa Francesco in un tweet nel giorno in cui si celebra la Festa dei lavoratori.

Un mese in piu’ per trattare. L’amministrazione Trump estende di 30 giorni le trattative sui dazi per l’alluminio e l’acciaio con Unione Europea, Canada e Messico. Lo annuncia la Casa Bianca, sottolineando che ”nelle trattative l’amministrazione punta a quote che limitano l’import e tutelano la sicurezza nazionale”.
Con il posticipo della decisione restano quindi in vigore, riporta il Wall Street Journal, le esenzioni ai dazi per l’Ue e altri paesi alleati.

Per impedirgli di fare lezione, sono arrivati a tirargli addosso delle monetine: a raccontare una situazione a dir poco difficile è un insegnante che ha denunciato alla polizia i suoi alunni, come riporta La provincia di Cremona, che lo ha intervistato garantendogli l’anonimato. “Non riuscire a fare lezione, non avere la possibilità di svolgere il mio mestiere, essere bersagliato dai ragazzi mi ha spiazzato” ha raccontato l’insegnante, che ha alle spalle una lunga esperienza. Dopo il lancio di monetine è uscito dalla classe, “insieme al consiglio di classe e agli organi preposti della scuola ho preso i provvedimenti necessari”. Ovvero “ci sono state delle sospensioni”. Ma non solo: “ho denunciato l’accaduto – ha spiegato – procederemo per vie legali”.

Un tasto “non mi piace”, rappresentato dal pollice verso, su Facebook potrebbe non arrivare mai. Il social network sta però portando avanti la sperimentazione di un pulsante per esprimere un parere – positivo o negativo – sui commenti, in modo da favorire uno scambio di opinioni costruttivo. La novità interessa alcune pagine pubbliche. Qui gli utenti, per ogni commento scritto dagli altri sotto a un post, hanno a disposizione due nuovi tasti: “downvote e “upvote”, cioè una freccia rivolta verso il basso e una verso l’alto, con cui esprimere un giudizio negativo o positivo.

Hits: 10