TempoReale, 25 Aprile 2018, ore 06:00

Con il presidente francese Emmanuel Macron “pensiamo di aver trovato soluzioni” a una serie di questioni. Così Donald Trump durante la bilaterale con l’omologo francese alla Casa Bianca. Sul tavolo ci sono l’Iran, la Siria, i dazi. E’ il capitolo Teheran quello che preme di più al tycoon. Quell’accordo sul nucleare tanto voluto da Obama che a lui proprio non va giù: “Un disastro, folle e ridicolo” ha ribadito oggi a Macron. Lasciando però intendere una possibile intesa con Parigi: “E’ un accordo necessario per la sicurezza del Medioriente” ha ribadito Macron, tendendo però la mano a Trump: “E’ una questione importante, ma dobbiamo riferirci ad una visione più ampia, che riguarda la sicurezza dell’intera regione- ha detto.

“Ho apprezzato le parole del segretario Pd Martina poche ore fa, sono parole che vanno nella direzione di un’apertura. Abbiamo detto a Fico che manteniamo la linea che portiamo avanti dal giorno delle elezioni. Ci siamo sui temi, per firmare un contratto di governo per cambiare questo Paese e non rinunciamo alle nostre battaglie e ai nostri valori”. Così Luigi Di Maio, al termine dell’incontro con il presidente della Camera, Roberto Fico. È un taglio netto all’asse diretto con la Lega, spiega Di Maio: “Qualsiasi discorso con la Lega si chiude qui” ha testualmente detto.

Migliora in tutta Italia la copertura vaccinale, sia per i vaccini obbligatori come la polio e il morbillo che per quelli non obbligatori come quello contro il meningococco. La maggior parte delle regioni italiane, 11 su 21 (Trento e Bolzano sono considerate due aree circoscrizionali separate a livello sanitario), raggiunge l’obiettivo di immunizzare almeno il 95% dei nuovi nati con il vaccino esavalente. Ma la copertura a livello nazionale è leggermente sotto questa soglia, pari al 94,5%: a trainare verso il basso sono aree tradizionalmente ‘scettiche’ come Bolzano, ma anche Friuli Venezia Giulia e Sicilia. Emerge dai dati 2017 presentati oggi dal ministero della Salute.

Un tavolo istituzionale “con il coinvolgimento periodico di sindacati e cittadini” sulla raffineria Api di Falconara per “avere una chiara conoscenza multidisciplinare dello stato attuale del sito”. Lo prevede una risoluzione approvata all’unanimità dall’Assemblea legislativa delle Marche sulle esalazioni di benzene sprigionatesi durante la manutenzione di un serbatoio nel petrolchimico di Falconara, sula base di una mozione a firma del presidente Mastrovincenzo e dei presidenti delle Commissioni Ambiente e Sanità. Tra gli aspetti da approfondire il piano di emergenza, la bonifica, le linee guida per i problemi futuri.

Giovedì 26 Aprile
Nord: Variabilità e qualche piovasco diurno sulle Alpi centro orientali in locale sconfinamento serale alle pianure venete. Bel tempo altrove. Temperature in calo, massime tra 21 e 24.
Centro: Variabilità e qualche piovasco sulla Sardegna, in prevalenza soleggiato o velato sui settori peninsulari. Temperature in calo, massime tra 20 e 24.
Sud: Ancora una bella giornata di sole seppur con veli e strati in graduale ispessimento da ovest, a cominciare dalla Sicilia. Temperature in rialzo, massime tra 22 e 26