Keplero, 24 Aprile 2018

— Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) è presente con proprie stazioni e attività di ricerca in entrambi i poli terrestri. In particolare, nel Circolo Polare Artico, gestisce la base Dirigibile Italia. L’Artico, un luogo fragile e cruciale per la Terra, si sta riscaldando in modo molto maggiore di quanto avvenga nel resto del pianeta. In tale regione molti processi legati al cambiamento climatico possono essere amplificati. Ad esempio, il ritiro dei ghiacci causato dal riscaldamento causa ulteriore riscaldamento perché riduce l’albedo (la capacità delle superfici “bianche” di riflettere la radiazione solare), il riscaldamento della colonna d’acqua in assenza di ghiaccio estivo porta allo scioglimento del fondale marino perennemente ghiacciato (permafrost), con la possibilità che il metano intrappolato nei fondali marini possa essere ceduto all’atmosfera, conseguente aumento di concentrazione di questo gas serra e ulteriore riscaldamento del pianeta.

— Le nubi nell’atmosfera superiore di Urano sono composte in gran parte da acido solfidrico, la molecola che rende le uova marce così maleodoranti, secondo un nuovo studio dell’Oxford University. Patrick Irwin, autore principale dello studio, ha spiegato: “Se uno sfortunato dovesse mai scendere attraverso le nubi di Urano, incontrerebbe condizioni molto poco piacevoli e molto poco profumate. Il soffocamento e l’esposizione ai -200°C dell’atmosfera, costituita soprattutto da idrogeno, elio e metano, creerebbero dei problemi molto prima dell’odore”.
I ricercatori si sono a lungo chiesti della composizione delle nubi nel cielo di Urano, soprattutto se fossero dominate da ammoniaca sotto forma di ghiaccio, come Giove e Saturno, o da idrogeno o acido solfidrico sotto forma di ghiaccio. La risposta non è mai stata chiara poiché è difficile fare osservazioni così dettagliate del distante Urano. Non solo Giove e Saturno sono più vicini alla Terra, ma hanno avuto anche missioni dedicate. Urano, invece, è stato visitato una sola volta con un breve flyby della sonda Voyager 2 della NASA nel gennaio 1986.

—  METEO – Mercoledì 25 Aprile
Nord: Ancora una giornata di bel tempo con sole prevalente salvo qualche innocuo addensamento in Liguria e sul Triveneto, soprattutto in mattinata. Temperature stabili, massime tra 24 e 27.
Centro: Ancora una giornata stabile e soleggiata su tutte le regioni, con qualche velatura in arrivo sulla Sardegna. Temperature stabili, massime tra 19 e 23.
Sud: Stabilità e bel tempo prevalente su tutte le regioni, salvo lieve variabilità pomeridiana lungo la dorsale appenninica. Temperature stabili, massime tra 19 e 22.

1184 a.C. – Secondo la tradizione gli antichi greci entrano a Troia servendosi di un finto cavallo
1066 – Avvistamento della Cometa di Halley; l’evento è registrato sull’arazzo di Bayeux che raffigura la battaglia di Hastings.
1967 – Il cosmonauta Vladimir Komarov muore sulla Sojuz 1
1970 – Viene lanciato il primo satellite della Repubblica popolare cinese
1990 – Il Telescopio Spaziale Hubble viene lanciato dallo Space Shuttle Discovery, a tal proposito con CRT-PT di oggi verrà rilasciata una eqsl per l’evento…..

LANCIO PALLONI SONDA —- 
Il 20.04.2018., 11:00 UTC (13:00 ora locale) è il lancio di 2 palloni da jn85iw, scuola “Rovišce”, rovišce, Croazia.
Primo: LEON 1, lavora su 145.200 Mhz, incluse nelle relazioni annuali suipro, con telemetria (200 mW) e su 7.023 Mhz (200 mW), cw, segnale di chiamata 9 A9d.
Secondo: LEON 2, lavora su 432.500 Mhz (60 mW) e 434.500 Mhz (60 mW), chiamata 9 A9y. Vi prego di ascoltare e qsl.